Chi è il tecnico dell’apprendimento?

Il TdA è una figura professionale nata nel 2012 grazie al percorso di Alta Formazione pensato e strutturato dal Prof. Giacomo Stella e da Luca Grandi presso l’Università degli Studi di San Marino.

L’obiettivo di questo corso è quello di preparare professionisti specializzati in attività doposcolastiche per DSA, per rispondere all’esigenza di successo formativo di studenti con un disturbo specifico di apprendimento. Questi ragazzi spesso a fatica raggiungono gli obiettivi di apprendimento se non sviluppano strategie e strumenti adeguati alle proprie caratteristiche e stile di apprendimento. Ed ogni ragazzo con DSA è diverso dall’altro.
Il TdA, conosce le modalità di apprendimento, le caratteristiche e le modalità di funzionamento degli studenti con DSA, sa leggere le diagnosi, conosce e si tiene aggiornato su strategie e strumenti per l’apprendimento. E’ la figura che a partire dal profilo di funzionamento di ogni studente, da una raccolta di informazioni da scuola, famiglia e servizi, costruisce e realizza percorsi ad hoc per ognuno ponendosi diversi obiettivi tra cui:

  • fornire un supporto specializzato nello studio
  • favorire l’apprendimento delle materie scolastiche attraverso le nuove tecnologie e metodologie basate sui diversi stili di apprendimento
  • migliorare le strategie di studio e la gestione delle situazioni di difficoltà
  • sperimentare nuovi strumenti e strategie di apprendimento
  • favorire la motivazione, l’autostima, la consapevolezza di sé.

L’obiettivo primario di questa figura è quello di promuovere e sostenere l’autonomia, la partecipazione e l’integrazione di persone con Disturbi Specifici dell’Apprendimento attraverso un approccio metacognitivo in cui il focus non è il risultato (voto) ma il raggiungimento di una buona padronanza dei processi di apprendimento da parte dei soggetti con DSA. Il TdA introduce alla sperimentazione di tecnologie informatiche specifiche, utilizza metodologie didattiche attive e partecipative e strategie psicoeducative al fine di favorire il benessere scolastico e la qualità della vita di questi studenti e delle loro rispettive famiglie. E’ un professionista in costante dialogo con i diversi soggetti coinvolti nel percorso di crescita dei ragazzi (NPI, scuola, famiglia..).

Il TdA non risponde alla necessità che spesso viene dalle famiglie, di un supporto per lo svolgimento completo del carico di compiti e studio assegnati per casa. Egli ha il compito di guidare i ragazzi nell’affrontare la fatica quotidiana del lavoro scolastico, ma non quello di sostituirsi ad esso. Si pone infatti come un facilitatore dei processi di apprendimento in grado di creare, allestire, organizzare e sviluppare situazioni in cui i ragazzi vengono motivati ad apprendere per acquisire conoscenze, abilità e competenze che favoriscano il loro sviluppo personale.

Articoli recenti