PRONTI VIA! SI VA IN PRIMA!

Dalla scuola dei “piccoli” alla scuola dei “grandi”

Il passaggio dalla scuola dell’infanzia alla scuola primaria è un passaggio delicato. È proprio all’ingresso della scuola primaria che il bambino dovrebbe aver raggiunto e consolidato alcune competenze indispensabili: linguistiche, visuopercettive, grafiche, logiche, metafonologiche…

Queste costituiscono la base su cui si fondano gli apprendimenti successivi.

L’insieme di queste abilità prende il nome di “prerequisiti dell’apprendimento” e può essere utile stimolare tali competenze già prima dell’arrivo alla scuola elementare, attraverso giochi da fare insieme, in modo che il bambino arrivi pronto a questa nuova avventura.

Ma quali sono esattamente queste capacità? E come si possono stimolare?

Sono tante le abilità che i bambini acquisiscono nei primi anni di vita, vediamo alcune.

  • Competenze linguistiche

Il linguaggio è importantissimo. Permette di capire la realtà, di esprimere desideri, bisogni, emozioni. I bambini devono saper padroneggiare bene la lingua orale, prima di affrontare la lingua scritta.

  • Competenze metafonologiche

Queste abilità permettono di riflettere sugli aspetti sonori del linguaggio. Il bambino comincia a usarlo non solo per trasmettere i contenuti ma anche per ragionare sul linguaggio stesso. Prima di leggere e scrivere, bisogna sapere manipolare mentalmente i suoni delle parole acquisendo così la corrispondenza tra i suoni percepiti ed il loro corrispettivo scritto (le lettere).

  • Competenze grafomotorie

Sono le competenze che si dovrebbero avere per poter prima disegnare e poi scrivere.

Per fare questo è necessaria una buona coordinazione occhio-mano che permette movimenti rapidi e precisi con frequenti cambi di direzione: movimenti verticali, circolari e di scorrimento orizzontale.

Inoltre i bambini dovrebbero saper ricopiare il proprio nome e qualche lettera in stampatello, colorare dentro i bordi dei disegni, seguire i percorsi grafici con una buona precisione, completare figure.

  • Competenze di precalcolo

I bambini nascono già predisposti a sviluppare il senso del numero. Già a due, tre anni circa, diventano consapevoli del concetto di quantità: per esempio quando notano che nel piatto c’è più o meno pasta rispetto a mamma e papà, o quando il fratello ha più o meno pezzi di lego rispetto a lui…Accompagnarli nel confronto di insiemi di oggetti in modo sempre più preciso, li aiuterà moltissimo a capire velocemente come funzionano i calcoli matematici.

Queste e altre abilità sono importantissime per affrontare al meglio la scuola primaria, ma non deve assolutamente mancare la curiosità, la voglia di imparare, di osservare, di giocare, di divertirsi e di conoscere tante nuove persone.

Per ognuna delle suddette competenze, vi mostriamo in questi video alcuni esempi di attività giocose da svolgere con i vostri bambini:

https://www.facebook.com/1524767561100341/posts/2722819957961756/?sfnsn=scwspwa

https://m.facebook.com/story.php?story_fbid=2723800461197039&id=1524767561100341

https://m.facebook.com/story.php?story_fbid=2732321530344932&id=1524767561100341

Dott.ssa Paola Chiappani

Dott.ssa Paola Molinari

Articoli recenti