TI RACCONTO LA GUERRA: “Papà, moriremo tutti?”

Ecco che la guerra si è impadronita della nostra vita quotidiana.

Non ancora usciti dalla pandemia, un altro evento disastroso si è affacciato prepotentemente nelle nostre vite.

La guerra fa paura, fa paura agli adulti ed è  quasi impossibile essere razionali quando si parla di essa. Ma noi adulti, nella maggioranza dei casi,  siamo dotati di una struttura mentale più solida rispetto ai bambini, più fragili dal punto di vista emotivo e più bisognosi di protezione.

Il dibattito dunque è: giusto o sbagliato parlare di guerra ai bambini? E’ meglio non dire nulla ed evitare televisioni, quotidiani e radio oppure è necessario spiegare loro chiaramente cosa sta avvenendo?

Ovviamente, non esiste una risposta univoca: è sensato trovare, come in ogni cosa della vita, un equilibrio. E’ giusto quindi difendere i più piccoli da tutto ciò che sta succedendo ma è anche doveroso evitare di nascondere un evento così importante, magari parlando sottovoce con il marito o la moglie sperando che il bambino non senta.

Quello che è importante sapere come premessa è che i piccoli tendono a sintonizzarsi emotivamente su quello che esprimono gli adulti, dunque,  se ci vedranno terrorizzati o angosciati, è praticamente impossibile che loro possano essere sereni. Se ci vedranno tristi e preoccupati ma non in preda al terrore o alla disperazione, loro capiranno che c’è qualcosa che turba l’adulto, ma si sentiranno comunque rassicurati e protetti. E’ importante dunque non negare le nostre emozioni di adulti davanti alla guerra, ma cercando di filtrare se queste emozioni ci stanno travolgendo.

Non esiste un linguaggio univoco per tutti i bambini perché dipende molto dall’età del piccolo e dalle competenze sviluppate in quel momento di vita; molti sono però gli spunti che si possono trovare in rete, suggerimenti e strategie pensate da professionisti dei vari settori, di cui di seguito riporto i link.

Utili con i bambini anche le storie e i film animati, che possono essere un’ottima occasione di confronto e dialogo tra genitori e figli.  Ad esempio il film di animazione “Mila”, narra la guerra attraverso gli occhi di una bambina, disponibile su RaiPlay.

Dott.ssa Elena Simoni, psicologa

https://www.savethechildren.it/blog-notizie/la-guerra-spiegata-ai-bambini

https://www.erickson.it/it/mondo-erickson/articoli/didattica/come-parlare-di-guerra-con-bambini-e-bambine/

https://www.unicef.it/media/otto-consigli-per-i-genitori-per-sostenere-bambine-e-bambini-violenza-conflitto/

Articoli recenti