Al lavoro senza pregiudizi!

Partendo dal presupposto che l’attuale mondo del lavoro è in continua evoluzione, l’equipe orientamento del Centro MeTe si è lanciata in un nuovo ed ambizioso progetto: parlare di  lavoro alla Scuola Primaria. Da qui nasce il nuovo percorso “Al lavoro senza pregiudizi”, che grazie al finanziamento della Comunità di Valle e de La Cassa Rurale è stato proposto agli Istituti Comprensivi del Territorio e che verrà presentato il 7 maggio ad Educa, il Festival dell’educazione di Rovereto.  

Oggi riuscire ad adattarsi alla continua evoluzione del panorama lavorativo è una vera e propria sfida. Per questo il nuovo progetto intrapreso dall’equipe Orientamento del Centro MeTe si pone l’obiettivo di accompagnare i bambini e le bambine della Scuola Primaria nella scoperta ed acquisizione di competenze utili per affrontare, un giorno, l’incertezza portata da questi cambiamenti continui. Il percorso ideato ha preso il nome di “Al lavoro senza pregiudizi” e grazie al finanziamento de La Cassa Rurale e della Comunità di Valle ha consentito alle quattro classi quarte delle Scuole Primarie di Campiglio, Fiavè, Lodrone e Zuclo e alle loro maestre di cimentarsi nelle attività proposte.

L’obiettivo del percorso non è quello di portare i bambini e le bambine a chiedersi cosa fare da grandi, quanto piuttosto quello di sviluppare un atteggiamento di curiosità nei confronti del mondo del lavoro e di promuovere un nuovo approccio al futuro, caratterizzato dalla fiducia e dall’ottimismo.

Nello specifico durante i 4 incontri proposti ai bambini e alle bambine si è definito cosa sia il lavoro e perché sia importante parlarne, si sono esplorati i vari lavori cercandone insieme di “nuovi”, ci si è focalizzati sulle caratteristiche che definiscono un lavoro anche nell’intento di individuare alcuni stereotipi di genere diffusi per trovare insieme delle strategie per fronteggiarli. Il rimando finale è un invito all’esplorazione con curiosità del variegato mondo del lavoro, ma anche in generale di ogni aspetto della vita. Parallelamente al percorso nelle classi si sono proposti 3 incontri con le docenti delle classi aderenti allo scopo di condividere le attività e di promuovere una cultura dell’orientamento diffusa che possa trovare nei prossimi anni dei validi riferimenti interni per gli altri insegnanti che volessero realizzare in altre classi il percorso sperimentato quest’anno.

Grazie al carattere innovativo del progetto ed al contributo che esso può offrire allo sviluppo di alcune competenze fondamentali nei bambini e nelle bambine della Scuola Primaria, l’equipe, forte della valutazione positiva fatta dai partecipanti, avrà l’occasione di presentarlo durante l’edizione 2022 del festival dell’educazione EDUCA. Sarà questa l’occasione per confrontarsi e, di conseguenza, per arricchire il proprio bagaglio professionale in un contesto prestigioso e stimolante.

Team dell’Orientamento

Articoli recenti